"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Banche senza trasparenza che penalizzano debitori in difficoltà

C’è qualcosa di strano e quasi di incomprensibile nel comportamento di tante banche, anche locali. Come abbiamo già scritto, secondo dati della Banca d’Italia il totale delle sofferenze del sistema bancario italiano, sommando imprese e persone che non riescono a restituire i prestiti, è salito da 48 miliardi di euro del 2007, quando è scoppiata la crisi, a 181 miliardi di fine 2014, triplicando quasi il valore. I crediti deteriorati, non ancora insolventi ma di riscossione incerta, superano invece i […]

Gli alti tassi del credito in tempo di crisi: un confronto

Qui di seguito il commento, anticipato da un twitt (“quanta trucida ingenuità”), del Prof. Alessandro Berti, riminese, docente di Tecnica bancaria all’Università degli Studi di Urbino, ad un articolo del Direttore che lamentava l’applicazione, da parte di alcune banche locali, di procedure (come l’assegnazione del rating) poco trasparenti e tassi di interesse prossimi all’usura per imprese già in difficoltà per conto loro, salvo poi offrire sostanziosi sconti per chiudere la partita, cioè riottenere indietro il denaro. L’articolo, dal titolo “Crediti […]

Banche: meno credito e più sofferenze

Il credito, in provincia, continua a vedere rosso. Nel primo semestre 2014 i prestiti alle imprese sono diminuiti del 3% rispetto allo stesso periodo del 2013, secondo gli ultimi dati di Bankitalia. La torta è sempre più piccola e sempre più selettiva, tant’è che al 30 giugno 2014 lo stock di impieghi complessivi al territorio riminese, pari a 11,4 milioni di euro, è inferiore di oltre un milione di euro rispetto a quanto è stato erogato nel 2011. Un milione […]

Le banche e la sfida del futuro

La nuova e la vecchia imprenditorialità ha continuato, nonostante le difficoltà, a credere ed investire nel proprio lavoro. Tra i fattori di sistema, non ci sono dubbi, rientra il credito, di conseguenza le banche.

Nel recente passato i giudizi non sono stati per niente favorevoli. Scrive l’Osservatorio regionale sul credito di Unioncamere, esaminando l’andamento 2013: “Riguardo all’accesso al credito, le imprese in provincia di Rimini esprimono, complessivamente, un giudizio negativo… (e) Per quanto riguarda la tipologia di strumenti finanziari offerti […]

Il recupero crediti delle banche

Nel 2012, famiglie e imprese italiane hanno lasciato in sospeso pagamenti per quasi 34 miliardi di euro. Una somma (in aumento del 17% rispetto al 2011 e del 48% sul 2010) pari al 78,5% dei 43 miliardi affidati a società di recupero ad hoc da parte di banche, società finanziarie, multiutilities, telecomunicazioni e Pubblica Amministrazione. I risultati dell’ultimo Rapporto di Unirec, l’associazione delle imprese dei servizi a tutela del credito, descrive molto bene uno dei risvolti più preoccupanti della crisi […]

Olivia: il coraggio di intraprendere

di Melania Rinaldini

Gilda e Jennifer si conoscono, giorno dopo giorno, tra le luci, la musica e i pizzi di una nota catena di intimo. Insieme maturano anni di esperienza nella vendita e nel ruolo di responsabile di negozio, poi all’improvviso il salto: “Era da un po’ che ci pensavamo, ma ancora non ci eravamo decise” racconta Gilda “poi veniamo a sapere che quest’attività (un negozio di abbigliamento femminile in centro storico a Rimini, n.d.r.) era in cessione e nel […]

Anche per il credito ci vuole “giustizia”

Nell’ambito del tavolo anti-crisi, convocato dal Prefetto di Rimini, il 26 marzo si è affrontato il tema del credito. Un aspetto importante non solo per dare ossigeno alle aziende, ma per restituire speranza al domani. Le banche cioè non hanno solo il gravoso compito di non peggiorare la crisi, fornendo credito a chi ha un progetto sostenibile, ma di essere protagoniste della costruzione di un nuovo futuro. E’ la loro, per utilizzare una espressione un po’ abusata, responsabilità sociale. Per […]

Il ruolo delicato delle banche

Le grandi banche, grazie anche alla loro azione di lobby (pressione), ottengono ammorbidimenti, ma non restituiscono il favore. E’ accaduto con le restrizioni loro imposte da Basilea 3, che dovevano entrate in vigore nel 2015, ma sono state prima alleggerite, introducendo diverse facilitazioni, poi rinviate di quattro anni.

In una situazione così difficile, dove tutti vivono in bilico, i bilanci sono importanti, ma spesso una impresa che si avvicina ad una banca non ha la sensazione di un sforzo condiviso. […]

Terremoto “Basilea 3”

L’accordo di Basilea 3 sulle nuove regole del sistema bancario si fonda sulla necessità di un miglioramento della qualità del patrimonio di vigilanza delle banche. Le nuove regole impattano sugli Istituti di credito, ma anche sulle imprese, soprattutto su quelle di piccole dimensioni, largamente diffuse anche sul nostro territorio.

L’accordo interviene su quelli che sono ritenuti i requisiti chiave imposti alle banche nella loro attività, che vengono misurati dal rapporto tra patrimonio di vigilanza – cioè i fondi su cui […]

L’economia per le banche ?

La domanda, ad ascoltare il grido di dolore che sale dalle piccole e medie imprese, è tutt’altro che superflua. Dichiarava a questo giornale un piccolo imprenditore della moda: “ Tempo fa la CNA si rese garante presso la banca per il cinquanta per cento dell’importo che avevamo richiesto, avevo anche la garanzia della Regione, la proprietà del laboratorio, la casa, ma la banca non mi fece credito, è una vergogna!”. Poi ha trovato in altro modo i denari da investire […]

La moda “nascosta”

di Laura Carboni Prelati

Abiti dall’irresistibile appeal ammiccano dalle scintillanti vetrine dei negozi del centro assieme a scarpe dai tacchi kilometrici impreziositi di strass e borsette o trousse degne di una regina degli emirati. Li ammiriamo nelle boutique delle griffe più in voga perché sono capi preziosi, li desideriamo perché sono modelli originali sia nelle linee che nei tessuti, classici o di ultima generazione (hight-tech) e mentre ne apprezziamo rifiniture e dettagli, li acquistiamo perchè l’abito, assieme ad accessori e […]

Agenda 2011

Dalla crisi si sta timidamente uscendo. Ci sono segnali di risveglio dell’economia, nazionale e locale, ma il cammino per recuperare le perdite sarà ancora lungo. Secondo il Centro Studi di Confindustria non si tornerà al Prodotto interno lordo (Pil) del 2007, precedente la crisi, prima del 2013.

In termini di ricchezza prodotta per abitante siamo tornati ai livelli del 1998. In questa situazione soffrono le aziende, ma ancora di più chi è alla ricerca di un lavoro. Perché lo ha […]