"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Consumo del suolo e abitazioni vuote

Non tutti lo ricorderanno, ma stando all’ultimo censimento delle abitazioni del 2011, in provincia di Rimini sono risultate 40 mila abitazioni non occupate, che sono praticamente vuote, se non tutto l’anno (molte sono residenze turistiche), per buona parte del tempo. Sempre facendo fede ai censimenti, dal 1971 al 2011 le abitazioni non occupate da residenti sono salite dal 14 al 24 per cento del totale. Uno stock non proprio piccolo. Ciononostante i prezzi delle abitazioni continuano a rimanere i più […]

Pericolo terremoti a Rimini: rischio medio

Dopo l’ultimo tragico terremoto, in Italia non infrequenti (nel Novecento è stato calcolato un terremoto importante ogni tre anni), soprattutto lungo la fascia appenninica, passata l’emergenza e la conta dei morti e dei danni, si torna a parlare dell’annosa questione se non sia il caso di intervenire prima, cioè prevenire, piuttosto che piangere dopo. Discorso annoso, che occupa le pagine dei giornali e dei TG per qualche settimana, poi si torna alla routine, e nessuno se ne occupa più (qualcuno […]

Rimini: il degrado e la bellezza della città

“La bellezza è negli occhi di chi guarda” diceva Goethe. E’ soggettiva, indefinibile, è una questione di sguardo, di visione d’insieme. Nel contesto della tradizione architettonica e urbanistica di una città, la bellezza esprime innanzitutto una necessità, oggi; quella di voler rintracciare le trame di un’estetica che sembra essere perduta. Occorre semplicemente guardarsi attorno; la bella immagine che avevamo di Rimini oggi è profondamente cambiata.

Quell’atmosfera particolare che si respirava tra vie e palazzi, che esprimeva un senso di appartenenza, […]

Le abitazioni (tante) da riformare

Mentre si lamenta una scarsa crescita dell’economia, affermare che ci sono troppe abitazioni non piacerà ai costruttori, ma è la realtà. Ed è il risultato di un processo molto semplice: la fine della crescita della popolazione. Perché nonostante l’immigrazione, che oggi rappresenta l’11 per cento dei residenti in provincia di Rimini, dagli anni novanta del secolo scorso ai giorni nostri il saldo naturale della popolazione, cioè la differenza tra i nati e le persone decedute, è purtroppo negativo. Vuol dire […]

Le abitazioni ci sono, ma non si vendono

Tra i settori colpiti dalla crisi sicuramente quello delle costruzione è ai primi posti. A Rimini, e in Italia, la bolla immobiliare non è esplosa come negli Stati Uniti e in Spagna, dove avevano un po’ esagerato con le edificazioni, sostenute dal credito facile delle banche, nondimeno le conseguenze si fanno sentire anche da noi. Perché diciamolo francamente: l’investimento immobiliare è sempre stato, anche a Rimini, un settore rifugio per risparmi in cerca, con poco rischio, di buoni rendimenti. Un […]

Rimini: il suolo consumato

Per l’ultimo Rapporto sulla Qualità dell’ambiente urbano 2012, edito dal Ministero dell’Ambiente e dall’Anci, l’Associazione dei comuni italiani, sono state scelti 51 comuni con popolazione superiore a cento mila abitanti, tra cui Rimini, ed alcune rivelazioni sono sicuramente interessanti.

La prima è di ordine demografico: dal 2002 al 2010 il saldo naturale del comune di Rimini, cioè la differenza tra nuovi nati e decessi, ha segnato -335. Le nascite, cioè, non sono riuscite a coprire le persone che nel frattempo […]

Quelle 28 mila case in più

Un indicatore dell’abbondanza (o della scarsità) delle abitazioni rispetto alle famiglie che le dovrebbero occupare è dato dal loro rapporto, che nella provincia di Rimini, causa anche le residente turistiche, è stato sempre superiore all’unità. In altri termini, ci sono sempre state più abitazioni che famiglie. Il fenomeno delle abitazioni non occupate (vuote), almeno nei periodi dei censimenti che in genere si fanno ad ottobre, si mantiene su valori limitati fino al 1971 del secolo scorso (poco meno di dieci […]

Abitare “green”

di Marzia Caserio

La via dell’argilla è quella da seguire. Insieme a paglia, muratura e legno. Una parte della rivoluzione nel campo della bioedilizia, almeno per ora, passa da quel materiale che da millenni viene utilizzato per capanne – come nell’antico Egitto – e per creare, nei secoli a venire, prodotti di vario genere. Oggi, ritorna più utile che mai nella costruzione di case mirate al risparmio energetico e al rispetto dell’ambiente, “garantendo allo stesso tempo alte prestazioni e alta […]

Leonardo Benevolo: “Non esiste nessuna riminizzazione”

Intervista di Lucia Renati

Quando, a metà degli anni Novanta, arrivò insieme al figlio a Rimini per redigere il Piano Regolatore della città, rimase stupito. Stupito da una Rimini che si aspettava ‘riminizzata‘ come si diceva in quegli anni. Un aggettivo che le è rimasto appiccicato, per indicare le brutture della cattiva urbanizzazione, della cementificazione a tutti i costi, di un’architettura che non funziona, sregolata e brutta. Invece trovarono una Rimini bella, una città a vocazione turistica che sfruttava […]

Suolo bene comune

Ogni giorno, dal 1976 al 2003, in Emilia Romagna il suolo urbanizzato è cresciuto di 82 mila metri quadri, circa dodici volte Piazza Maggiore di Bologna. Ogni giorno.

Scriveva il naturalista Brower: Non ereditiamo la terra dai nostri padri: la prendiamo in prestito dai nostri figli. Quindi ci vuole molta attenzione. Il suolo è una risorsa esauribile. La superficie delle terre emerse, mentre la popolazione continua ad aumentare (da poco abbiamo superato i 7 miliardi di abitanti sulla […]

La città intelligente

Intervenendo in un recente congresso il neo governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco ha detto: “La recessione che ha colpito quasi tutti i paesi avanzati nel 2008-09 è stata da noi più profonda che altrove…..Il difetto di crescita italiano è in buona parte riconducibile al ritardo e alle incertezze con cui il sistema produttivo ha risposto negli ultimi vent’anni alle sfide dell’innovazione tecnologica e all’affermarsi sulla scena mondiale di nuove economie..…Innalzare il potenziale di crescita richiede interventi ad ampio spettro; […]

Fornace Fabbri: una storia industriale cancellata

Oggi è difficile vedere una cosa che non c’è più, al pari di tutte quelle costruzioni, come il Kursaal, per rimanere al più noto, risparmiate dalle distruzioni della guerra ma non dalle ruspe degli interessi immobiliari. Si dirà che questa non è una specificità di Rimini, ed è vero. Ma la cancellazione che in questo territorio si è fatta dell’attività, quindi della storia, manifatturiera ha pochi uguali. Una rimozione culturale prima ancora che fisica. Sfidando la realtà abbiamo costruito una […]