"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

Novembre: 2019
L M M G V S D
« Set    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Spiragli di ottimismo

Per un lavoro che sarà interamente dedicato alle donne nell’economia locale, che sto svolgendo per conto delle ACLI e di cui parleremo più avanti, mi è capitato di intervistare diverse imprenditrici. Ne ho ricavato un piccolo spaccato della realtà locale di oggi, che risente del clima di incertezza generale, non senza però qualche spiraglio di ottimismo per il futuro.

E’ vero, ne ho avuto conferma da più aziende, di settori produttivi diversi, che il clima di incertezza, internazionale e nazionale, […]

Economia al femminile della Romagna

Il lavoro

A fine 2017, in attesa degli ultimi aggiornamenti, lavoravano un po’ meno di 57 donne su cento in provincia di Rimini, qualcosa più di 60 a Forlì-Cesena e Ravenna, a fronte di una media regionale di 62. Rispetto al 2010, quando l’effetto dell’ultima crisi ha cominciato a farsi sentire, l’occupazione delle donne è migliorata a Rimini e Forlì-Cesena, ma è tornata indietro di ben quattro punti percentuali a Ravenna.

Il caso di Rimini può essere interessante, perché le […]

Una maestra orafa

di Laura Prelati

La preziosità, il design, la fattura, le tecniche utilizzate, l’altro tasso di creatività; i nostri gioielli artigianali si riconoscono per qualità perché sono veri e propri marchi del Made in Italy. I nostri punti di forza sono abilità e creatività dei nostri artigiani orafi e un tessuto produttivo di gioielli fatti a mano fortemente radicato sul territorio, specializzato e competitivo. La nostra arte è il risultato di un lungo percorso che, dalle botteghe dei mastri orafi, è […]

Servizi domiciliari: praticamente per immigrate

Col crescere l’età della popolazione (un quinto dei residenti della provincia di Rimini ha più di 65 anni) aumenta anche la domanda di servizi domiciliari. Già avviene in Europa, più che in Italia.

Infatti, ricorre a servizi professionali domiciliari, secondo Eurostat (l’Istituto di statistica europeo), l’88 per cento della famiglie lussemburghesi, la percentuale più alta, circa il 50 per cento di quelle francesi, un po’ meno del 30 per cento in Germania, sopra il 10 per cento l’Italia e la […]

Lavoro e discriminazioni di genere

INTERVISTA A CARMELINA FIERRO, CONSIGLIERA DI PARITÀ DELLA PROVINCIA DI RIMINI

Quante segnalazioni di discriminazioni di genere sono pervenute dall’inizio dell’anno, a cosa si riferiscono, che profilo di donna risulta maggiormente coinvolta e in quale tipologia di azienda si presentano con maggiore frequenza.

Nel 2017 le segnalazioni sono state 34. La prevalenza è quella del settore privato, con particolare riferimento al terziario (commercio e servizi) e una dimensione aziendale medio-grande (tra i 15 e i 100 dipendenti nel 55% dei […]

Le donne al lavoro

Le donne sono la maggioranza della popolazione, ma non nel mondo del lavoro. Attualmente in provincia di Rimini, su 140 mila occupati, le donne sono 64 mila, circa il 46 per cento.

All’apice dell’ultima crisi, nel 2010, le donne che lavoravano erano 58 mila, cioè 6 mila in meno.

Contrariamente a tutte le teorie che vogliono il lavoro andare di pari passo con la crescita economica, questa volta la crisi sembra aver funzionato da stimolo all’occupazione femminile, in parte a […]

Donne d’impresa

Ma le donne sanno anche intraprendere. Così una impresa attiva su cinque, qualcosa in più a Rimini, è capitanata proprio da una (o più) donna. Nel 2013, mentre il totale delle imprese attive cominciavano, per effetto della crisi, a flettere, al contrario quelle al femminile, almeno a Rimini, compivano un discreto balzo in avanti. Stranamente in coincidenza con un calo assoluto dell’occupazione delle donne, quasi si trattasse di un estremo tentativo di fare qualcosa. Ma improvvisarsi imprenditrice non è facile. […]

Donne in cerca di parità

Le donne, come è noto, sono la maggioranza della popolazione, ma non sono la maggioranza nel lavoro. Per restare in provincia di Rimini, su 140 mila occupati, le donne sono 63 mila, cioè il 45 per cento. Paradossalmente la crisi, scoppiata nel 2008, ha fatto bene al lavoro femminile: infatti, a lavorare, nel 2008, erano 57 mila (6 mila in meno) e rappresentavano il 43 per cento del totale (2 punti percentuali in meno).

Questo è accaduto in un periodo […]

Sorpresa: i pensionati diminuiscono !

Contrariamente a tutte le attese, secondo i dati forniti dall’Inps, dal 2012 al 2016, il totale dei pensionati, in Italia, non è aumentato, bensì è sceso da 16,6 a 16,1 milioni. Ed è successo la stessa cosa anche per il numero delle pensioni, che sono diminuite da 23,5 a 22,9 milioni (meno 600 mila). L’allungamento dei tempi per andare in pensione sicuramente ha avuto il suo peso.

La stessa cosa è avvenuta nelle tre province della Romagna, dove i pensionati […]

Donne di Romagna

Ritrovarsi al cinquantesimo posto in graduatoria (ma eravamo al 77° nel 2006), dove le prime tre posizioni sono occupate da Islanda, Finlandia e Norvegia, su una lista di 144 paesi, nel Rapporto 2016 sulle differenze di genere redatto dal World Economic Forum (WEF) non è, per l’Italia, un grosso titolo di merito. Ancora meno brillante il 117° posto per la partecipazione e le opportunità economiche concesse, sempre dall’Italia, alle donne. Va meglio, infatti risaliamo al 25° posto, per la partecipazione […]

Rimini: il declino delle nascite

La campagna sulla fertilità del Ministero della Salute (poi perché lanciare un “fertility day” e non una “giornata della fertilità” visto che siamo in Italia e un Ministro dovrebbe saperlo), che tante discussioni ha suscitato, se non altro ha avuto il merito di costringerci a parlare di quanti bambini e bambine nascono in questo paese. Che sono sempre meno, tanto che dal 2014 il saldo naturale, cioè la differenza tra nati e deceduti, è diventato negativo (è la prima volta […]

Differenze di genere

Nell’ultimo rapporto 2015 sulle differenze di genere (sesso) nel mondo, stilato dal Forum Mondiale per l’Economia, l’Italia si classifica al 41mo posto su 145 Paesi … dopo Burundi, Mozambico, Cuba, ecc. Nel 2014 era andata anche peggio e il posto occupato nella stessa graduatoria, dal nostro Paese, era il 69mo.

Posizione, poi, che scende quando dall’indice generale si passa a quelli particolari, come le opportunità economiche (occupazione, differenze salariali, di carriera, ecc.) dove l’Italia precipita al 111mo posto.

Invece, […]