"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

La competitività della Romagna

Il Forum sull’economia della Romagna è stata una buona iniziativa, che mancava. Perché far dialogare imprenditori di successo ed istituzioni può aiutare a mettere a fuoco e superare parecchie criticità.

Criticità della Romagna che si chiamano: un valore aggiunto nel 2016, che corrisponde alla ricchezza creata, per residente più basso, rispetto alle province emiliane, da un minimo di tre ad un massimo di nove mila euro (es.: Bologna 35 mila euro v/s Rimini 26 mila euro); minore creazione di valore […]

Fattore R: il Forum della Romagna

di Mirco Paganelli

Non un convegno, ma un tavolo in cui tutti possono prendere parola. Non una fiera per chiunque, ma un incontro accessibile solo agli esperti del settore. Il 27 settembre ha avuto luogo presso la Fiera di Cesena il primo forum dedicato all’economia della Romagna dal nome Fattore R. R come Romagna. Ad intervenire sono stati i principali imprenditori del territorio, istituzioni ed economisti. C’è già chi l’ha ribattezzata la “Cernobbio della Romagna” per darle forse un’aria di […]

Il reddito non cresce, il valore aggiunto nemmeno

Non passa quasi giorno senza che il governo nazionale e quelli locali non dicano come stiamo recuperando e migliorando. Depurato dalle enfasi eccessive è tutto vero: l’economia ricomincia a muoversi, grazie soprattutto all’esportazione, e le occasioni di lavoro crescono, anche se più per i senior che per i giovani.

Esiste solo un problema: in genere si prende come riferimento l’anno prima, o poco più in la. Così si corre il rischio che l’informazione, tagliata sul periodo breve, faccia apparire la […]

Considerazione sull’economia della Romagna

Parafrasando le considerazioni di fine maggio del Governatore della Banca d’Italia proviamo anche noi a tracciare un bilancio del recente passato e del futuro prossimo dell’economia della Romagna.

Ovviamente non è indifferente il contesto nazionale in cui province e regioni si muovono, che è il seguente: ancora oggi nel nostro paese la ricchezza prodotta è inferiore di oltre sette punti il livello del 2008, quando scoppiò la crisi, mentre il resto dell’area euro è cinque sopra. Bankitalia prevede che, come […]

Andiamo meglio, ma non troppo. Sul bilancio economico d’inizio 2017

Leggo, nell’intervista su Il Ponte (del 25 giugno 2017) di Alessandra Leardini a Rino Mini, patron della Galvanina, che praticamente lavora solo con l’estero, che “avrebbe potuto creare un centinaio di nuovi posti di lavoro”, ma non ha più spazio per crescere e da sedici anni è in attesa dei permessi necessari dal Comune di Rimini. Per questo ha dovuto portare le produzione da altre parti.

Poi partecipo, nello stesso giorno, alla presentazione dell’Osservatorio congiunturale della Camera di Commercio della […]

Ripartire dalle periferie  

L’esito dell’ultimo referendum, che in Romagna non è stato diverso dal resto d’Italia, ha espresso il rifiuto delle riforme proposte, ma è stato soprattutto l’occasione per segnalare al Governo il malessere diffuso in ampi settori della società.

Il Governo è stato bocciato soprattutto dalle “periferie sociali”, che sono quelle geografiche, il Sud e tanti quartieri abbandonati in troppe città, ma anche da fasce di popolazione tenute sempre più ai margini, dove il disagio sociale non accenna, se non minimamente, a […]

Investimenti esteri a Rimini e in regione. Un confronto

 

di Mauro Bianchi

L’Emilia-Romagna, secondo l’ultimo rapporto “European Cities & Regions of the Future 2014/15“, pubblicato dalla sezione del Financial Time specializzata in investimenti esteri, è una regione particolarmente aperta. Le imprese cosiddette IDE (acronimo di Investimento Diretto all’Estero, in entrata o in uscita) trovano in questa regione opportunità per crescere e innovare nell’ambito di un sistema produttivo altamente specializzato, con facile accesso ai mercati internazionali, un ampio sistema di fornitori/clienti e la disponibilità di risorse umane. Parliamo quindi […]

Comune di Rimini: le politiche economiche nelle proposte dei candidati alle elezioni amministrative del 5 giugno 2016

In questo territorio c’è una emergenza e due criticità, tra loro strettamente collegati. L’emergenza si chiama disoccupazione: ufficialmente sono 15 mila i senza lavoro, ma in realtà, conteggiando scoraggiati, cassaintegrati e giovani che emigrano, molti di più. Il tasso di disoccupazione locale è costantemente, e non da oggi, un paio di punti sopra la media regionale. Il tasso di disoccupazione giovanile è al 24% (21% in Emilia Romagna) e per ogni 1500-1600 giovani residenti che si laureano ogni anno, la […]

L’economia di Rimini nel 2015: timidi segnali di ripresa

La pubblicazione del Rapporto sull’economia della provincia di Rimini, ad opera della Camera di Commercio, offre l’occasione per fare un bilancio sullo stato di salute dello sviluppo locale e contemporaneamente comprendere, nei limiti del possibile, i probabili scenari dell’immediato futuro.

Nel complesso l’economia riminese, se le stime verranno confermate, nel 2015 ha prodotto un valore aggiunto di poco inferiore all’anno precedente, facendo in questo senso peggio dell’Italia e dell’Emilia Romagna.

Però bisogna fare delle differenze: per esempio, la produzione industriale […]

Come essere competitivi

Nel 2017, secondo le ultime previsioni della Commissione europea, a dieci anni dall’inizio della crisi, il Pil italiano, cioè la ricchezza prodotta, sarà ancora del 5,7 per cento inferiore a quello del 2007. Il sito d’ informazione economica lavoce.info calcola che se non ci fosse stata la crisi e l’economia nazionale avesse proseguito il cammino degli anni precedenti, nel 2017, lo stock di capitale risulterebbe superiore del 20 per cento rispetto alle stime della Commissione, mentre per gli investimenti l’incremento […]

I comuni  nella morsa dei tagli

L’ideale sarebbe, recuperando l’evasione come ha affermato nel suo messaggio di fine anno il Presidente della Repubblica, che le tasse diminuiscano al centro e in periferia. Alla meno peggio, che i tagli del decisi dal Governo non si trasformassero in aumenti nei Comuni, i quali sono chiamati a gestire molti servizi per i cittadini (asili, scuole, servizi sociali, ecc.).

Purtroppo quello che sta avvenendo non è né l’uno, né l’altro. In Italia la pressione fiscale ufficiale, quinta in Europa, è […]

Rimini: dove creare il lavoro che non c’è

La diminuzione, nel 2015, della cassa integrazione ordinaria, non è chiaro se per mancanza di domanda o di risorse messe a disposizione, è comunque una buona notizia, meno l’aumento di quella straordinaria, che in genere viene richiesta dalle imprese a rischio chiusura o ridimensionamento, cresciuta addirittura del trenta per cento. Sono quasi sei milioni di ore, che tradotte in posti di lavoro individuali, fanno più di tremila posti a rischio. Che andrebbero ad aggiungersi ai disoccupati ufficiali, che sono altri […]