"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

gennaio: 2019
L M M G V S D
« Dic    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Entroterra Romagna: l’industria da più valore all’economia

In questa terza puntata dedicata all’economia dei territori, continuiamo il nostro viaggio nel’entroterra riminese e cesenate. Nello specifico in alcuni comuni della Valconca (Rimini) e dell’area a Sud di Cesena, tra questa e Rimini.

Perché se nessun luogo è un’isola, lo sono ancora meno i nostri comuni interni, a volte molto piccoli, che con maggiore o minore intensità finiscono per gravitare intorno ai capoluoghi più vicini. Della cui economia necessariamente risentono.

Sistemi economici, quelli dei capoluoghi della Romagna, cioè Forlì, […]

Emigrano da Rimini

Intervista a Primo Silvestri, direttore TRE, a cura di Simone Santini

Nella statistica si afferma che è “impossibile dire se questo sia correlato ad un fenomeno di disagio dovuto a mancanza di opportunità o, invece, ad un sintomo di vivacità culturale che spinge i nostri connazionali oltre confine”. Cosa pesa di più secondo te?

Gli italiani residenti all’estero, ed iscritti all’AIRE (Anagrafe Italiana Residenti all’Estero), quindi non tutti, che erano poco più di 3 milioni nel 2006, hanno superato quota […]

Entroterra Romagna: l’industria ha una marcia in più

Nel numero di settembre di TRE abbiamo documentato, prendendo spunto da nuove informazioni sull’economia comunale messe a disposizione dall’Istituto nazionale di statistica (Istat), di come i sistemi economici dei capoluoghi della Romagna, Forlì, Cesena, Ravenna e Rimini, producessero meno valore aggiunto per addetto degli equivalenti emiliani, allontanandosi ancora di più da Milano, che rappresenta il massimo nazionale.

Dicendo anche, che questa differenza non è senza ricadute sugli stipendi, quindi sulle pensioni, entrambi mediamente più bassi.

Una differenza che non nasce […]

Romagna: dove l’economia produce meno ricchezza

Raramente, anche per mancanza di informazioni, si riesce ad entrare nei dettagli dell’economia dei comuni, che in Italia sono più di otto mila. Da quest’anno l’Istat ha cominciato ad elaborare e diffondere i primi dati che rendono un po’ meno indecifrabile le realtà locali.

Il primo di questi dati riguarda la produzione di valore per addetto, cioè la produttività, dei sistemi produttivi locali, fatti di imprese che producono beni e servizi, e da cui discende l’importo delle retribuzioni, che sono […]

Lo stipendio di Rimini piange

Stando ai contratti e alle contribuzioni che sono comunicate all’Inps, nel 2016 (ultimo dato disponibile) la retribuzione annuale media di un lavoratore dipendente della provincia di Rimini è stata di appena 16 mila euro, a fronte dei circa 21 mila euro di Forlì-Cesena e Ravenna. Retribuzioni, quelle di Rimini e delle altre, quindi della Romagna, comunque al di sotto dei 26 mila euro del capoluogo regionale Bologna.

Ad abbassare la media riminese pesa sicuramente il turismo, dove su 29 mila […]

Lavoro in Romagna: brutte notizie dal 2017

Dopo aver tanto letto e ascoltato di un miglioramento dell’occupazione tutti, credo, ci saremmo aspettati che qualche riflesso ci sarebbe stato anche in Romagna. Invece, purtroppo, non è stato così. Parchè nel 2017, rispetto al 2016, l’Istat certifica che gli occupati romagnoli sono scesi da 479 a 475 mila. Vuol dire che all’inizio del nuovo anno ci troviamo con 4 mila occupati in meno. Siccome in Emilia Romagna, anche se di poco, gli occupati sono invece aumentati (+ 6 mila), […]

Donne d’impresa

Ma le donne sanno anche intraprendere. Così una impresa attiva su cinque, qualcosa in più a Rimini, è capitanata proprio da una (o più) donna. Nel 2013, mentre il totale delle imprese attive cominciavano, per effetto della crisi, a flettere, al contrario quelle al femminile, almeno a Rimini, compivano un discreto balzo in avanti. Stranamente in coincidenza con un calo assoluto dell’occupazione delle donne, quasi si trattasse di un estremo tentativo di fare qualcosa. Ma improvvisarsi imprenditrice non è facile. […]

Terra bruciata

Una abitazione, un capannone, ma anche una strada, un impianto sportivo e tanto altro, insomma tutto quello che costruiamo in genere si fa consumando il suolo. Che non è infinito. Quindi più ne occupiamo, meno ne resta disponibile per l’agricoltura, un bel parco, ma anche per lasciare sfogo agli argini di un fiume (infatti dove si è costruito a ridosso, con la complicità di pubblico e privato, spesso si allagano).

Dato che il suolo è una risorsa scarsa, il suo […]

Romagna: il lavoro va meglio, ma non troppo

Indicato dal Presidente della Repubblica nel messaggio di fine anno come una priorità, e sicuramente lo è, il lavoro sta dando, anche in Romagna, dei segnali di risveglio. Positivi ma certamente non sufficienti. Nelle tre province della Romagna, dal 2014 (prima dell’ultima riforma del lavoro denominata jobs act, entrata in vigore nel marzo 2015) a fine 2016, i lavoratori dipendenti in imprese private, non agricole, con versamenti Inps sono cresciuti di 7,5 mila unità, di cui più di 3 mila […]

Per il 2018: un buon lavoro

Sul dibattito che si è aperto dopo la diffusione dei dati nazionali sul lavoro, dato in ripresa ma con la stragrande maggioranza dei nuovi contratti a termine, quindi ancora distanti da quella stabilità annunciata e da tanti auspicata (va comunque ricordato che su 18 milioni di occupati dipendenti, i contratti a termine sono 3 milioni), qualche parola va spesa anche per la situazione lavorativa della Romagna.

I dati dell’ultimo anno non sono ancora noti e stando a quelli 2016 la […]

Migrazioni e migranti : il vero e il falso

E’ un tema caldo, inutile girarci intorno. Ma più per le strumentalizzazioni elettorali di una ben identificata parte politica che per la consistenza dei numeri. Significativi, ma ben lontano dal prefigurare una “invasione” (come erano, attingendo ai ricordi scolastici, le invasioni barbariche).

Nel 2012, scrive il politologo Ian Brenner, in piena crisi economica, a pensare che l’immigrazione rappresentasse un grandissimo problema era il 12 per cento della popolazione in Francia, il 9 per cento in Germania, il 3 per cento […]

Sorpresa: i pensionati diminuiscono !

Contrariamente a tutte le attese, secondo i dati forniti dall’Inps, dal 2012 al 2016, il totale dei pensionati, in Italia, non è aumentato, bensì è sceso da 16,6 a 16,1 milioni. Ed è successo la stessa cosa anche per il numero delle pensioni, che sono diminuite da 23,5 a 22,9 milioni (meno 600 mila). L’allungamento dei tempi per andare in pensione sicuramente ha avuto il suo peso.

La stessa cosa è avvenuta nelle tre province della Romagna, dove i pensionati […]