"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

Ottobre: 2019
L M M G V S D
« Set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

La Grecia e il fallimento della troika

I passati governi greci hanno tante colpe (corruzione, evasione fiscale, conti truccati, ipertrofia dell’apparato pubblico, elevata spesa militare…con armi comprate a Germania e Francia, eccesso di spesa pubblica, comprese le olimpiadi, ecc.) che non possono certo essere addossate agli altri. Per lungo tempo gli elettori hanno votato chi gli consentiva un “facile” benessere senza probabilmente avere la possibilità, per pigrizia o mancanza di trasparenza, di controllare bene i conti (cosa comunque non facile per un cittadino normale). Così sono andati […]

I silenzi del giovane Weidmann, presidente Bundesbank

Nell’intervista concessa al quotidiano La Repubblica, il 13 dicembre 2014, il Presidente della Bundesbank (la Banca centrale tedesca) Jens Weidmann, il “duro” della Banca centrale europea (Bce), torna a ripetere la sua ricetta economica tutta incentrata su austerità e rigore di bilancio.

In specifico Weidmann:

chiede il consolidamento, lo ripete tre volte, dell’alto debito pubblico italiano (135% del pil); esprime la preoccupazione dei Paesi che concedono crediti a quelli in crisi (leggi Grecia, Spagna, Italia, Portogallo,ecc.) di “venire imbrogliati e […]

Il ruolo delicato delle banche

Le grandi banche, grazie anche alla loro azione di lobby (pressione), ottengono ammorbidimenti, ma non restituiscono il favore. E’ accaduto con le restrizioni loro imposte da Basilea 3, che dovevano entrate in vigore nel 2015, ma sono state prima alleggerite, introducendo diverse facilitazioni, poi rinviate di quattro anni.

In una situazione così difficile, dove tutti vivono in bilico, i bilanci sono importanti, ma spesso una impresa che si avvicina ad una banca non ha la sensazione di un sforzo condiviso. […]

Lettera di 100 economisti contro la manovra e la linea (europea) dell’austerità

LA POLITICA RESTRITTIVA AGGRAVA LA CRISI, ALIMENTA LA SPECULAZIONE E PUO’ CONDURRE ALLA DEFLAGRAZIONE DELLA ZONA EURO. SERVE UNA SVOLTA DI POLITICA ECONOMICA PER SCONGIURARE UNA CADUTA ULTERIORE DEI REDDITI E DELL’OCCUPAZIONE

Ai membri del Governo e del Parlamento Ai rappresentanti italiani presso le Istituzioni dell’Unione europea e del SEBC Ai rappresentanti delle forze politiche e delle parti sociali E per opportuna conoscenza al Presidente della Repubblica

La gravissima crisi economica globale, e la connessa […]