"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Assicurazioni auto, tutte le strade del risparmio

di Fabiana Succi

La Rc Auto continua ad impennare. Da uno studio di Supermoney che tiene conto dell’elaborazione dell’Ania (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) su dati Istat, negli ultimi dodici mesi i premi della Rc Auto sono aumentati in media, in Italia, del 7,57%, mentre dall’inizio del 2010 si è registrato un aumento del 2,34%. “Tuttavia – continua Supermoneyi dati pubblicati si riferiscono all’andamento storico dei prezzi, senza tener conto della grande variabilità presente all’interno  della stessa categoria assicurativa, che può superare il 60%”. Infatti risparmiare sull’Rca è possibile: vediamo come.

Prima di tutto è possibile usufruire della legge “Bersani bis” (legge n. 40 del 2 aprile 2007) che, tra le altre cose, dà la possibilità ai neopatentati di acquisire la classe di merito di un parente più esperto nella guida, purché convivente. In secondo luogo è possibile stipulare polizze con coperture limitate, fatte su misura per le abitudini di guida dell’assicurato, come ad esempio le assicurazioni chilometriche o quelle temporanee, che sono vincolate ad un utilizzo scarso del mezzo o solo in particolari periodi dell’anno.

I ragazzi dai 18 ai 26 anni, inoltre, possono usufruire del Patto per i Giovani, iniziativa nata con l’obiettivo di diffondere tra i giovani la cultura della sicurezza stradale attraverso azioni educative ed un “patto d’onore” che premia i comportamenti responsabili alla guida. Per tutti, infine, esistono la franchigia (applicabile però solo per le garanzie accessorie) e lo scoperto, l’insieme delle clausole contrattuali che lasciano una parte del danno a carico dell’assicurato, permettendo così di avere uno sconto sul premio da pagare.

Un’altra strada da percorrere per chi vuole risparmiare è quella della “grande rete”. Oggi molte compagnie assicurative hanno scelto internet come interfaccia con la clientela, eliminando i costi “fisici” di una presenza capillare sul territorio. Le assicurazioni on line (o compagnie dirette) più note in Italia sono: Direct Line, Conte.it, Dialogo, Genialloyd, Genertel, Zurich Connect, Linear e Quixa. Se le assicurazioni on line permettono di risparmiare, però, è anche bene tener presente che possono creare delle difficoltà al cliente poco avvezzo all’utilizzo di computer, posta elettronica, internet oltre che al pagamento con carte di credito. Per molti, poi, il contatto diretto con il proprio agente resta un aspetto fondamentale. Quixa, una compagnia del gruppo AXA, ha pensato anche a questo mettendo a disposizione un consulente personale che potrà essere contattato, per ogni esigenza, tramite numero verde o e-mail. Un’altra cosa, inoltre, è bene ricordare: le compagnie dirette non prevedono il “tacito rinnovo”: alla scadenza della polizza, dunque, bisognerà ricordarsi di chiamare per rinnovare il contratto.

Abbiamo confrontato su Assicurazioni .it le tariffe Rc Auto di alcune compagnie tradizionali e on line in diverse città italiane, tra cui Rimini, per un uomo single, di quarant’anni, libero professionista, proprietario di una Volkswagen Lupo 1.4 16v Trendline Air. I risultati (dati espressi in euro) nella tabella seguente. Con una precisazione: la polizza di Genialloyd include anche “Tutela legale” e “Assistenza stradale”, mentre quella di Zurich connect comprende anche l’assicurazione “Infortuni conducente”. Royal & Sunalliance non aderisce invece ancora al servizio di acquisto online.

Assicurazioni auto a confronto

Forum chiuso.