"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Turismo a Rimini: l’estero migliora ma….

Nel 2012 gli stranieri hanno speso in Italia, escluso il trasporto, 32 milioni di euro, circa 650 euro pro capite, con un aumento del 3,8 per cento sull’anno precedente.  Al netto della spesa dei viaggiatori italiani all’estero, la bilancia dei pagamenti turistica ha fatto registrare un saldo positivo, sempre nel 2012,  di quasi 12 milioni di euro, contro i 10,3 milioni dell’anno precedente. Numeri che confermano il ruolo e le potenzialità del settore, pur in un momento di gravi difficoltà.

Anche Rimini cerca di essere della partita e dallo scoppio della crisi, nell’anno2008, al 2012  i viaggiatori stranieri arrivati in provincia sono aumentati da 665 mila a 749 mila, con una spesa complessiva (alberghi, ristoranti, shopping, ecc.) che da 427 è salita a 481 milioni di euro. Sono 642 euro per viaggiatore, in linea con la media nazionale.

 Il recupero post crisi è un segnale positivo. Oggi i pernottamenti dei turisti esteri rappresentano, in provincia, un quarto del totale, ma non va dimenticato che negli anni ottanta del secolo scorso erano arrivati al 38 per cento. Vuol dire che in trent’anni sono andati persi, in parte compensati dagli italiani, due milioni e mezzo di  pernottamenti esteri.  Con riflessi sulle ricadute economiche piuttosto pesanti, perché alla fine degli anni novanta i turisti stranieri lasciavano sul territorio della provincia di Rimini  900 milioni di euro circa, quasi il doppio del 2012.  E’ vero che il mercato turistico è cambiato, ma è anche il segnale che esiste, come nel resto d’Italia, un problema di competitività e di attrattività anche per Rimini.  La formula “sole e mare”, con la comparsa sul mercato di lidi appetibili a basso costo, da sola non regge più.

Ben vengano i turisti russi, che hanno superato i tradizionali tedeschi (nel 2012, 894 mila le notti passate in provincia dei primi e 760 mila quelle dei secondi), ma sarebbe meglio se si aggiungessero e non sostituissero qualcuno che non viene più.

E i turisti cinesi, per cui tanto si sta spendendo il Sindaco di Rimini ?  Al momento i visitatori cinesi sono poco più di 3 mila e le notti 9 mila circa. Potenzialmente il mercato è grande  ma, ammesso che le strategie adottate siano efficaci, ci vorrà tempo per raggiungere grandi numeri.

Forum chiuso.