"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Tre uomini e una motonave superstite

di  Laura Carboni Prelati

Estate. E’ quasi notte. Al porto c’è il solito fermento prima della partenza della motonave. Dopo l’ultimo avviso all’altoparlante, Matteo, il giovane comandante, si rivolge a suo padre:“ Partiamo!” annuncia, e Sebastiano, soprannominato amichevolmente Franco, marinaio all’antica, tira su la scaletta e la gomena d’ormeggio; un rapido sguardo d’intesa, poi Matteo stacca due colpetti di sirena prima di lasciare il molo. Anche stavolta il minimo dei biglietti è stato venduto ela Motonave BellaRimini si allontana dalla banchina del porto per iniziare una romantica crociera notturna, lungo la costa, assieme al suo carico di passeggeri e buone speranze per l’indomani. Lunghe sono le onde al tramonto, la prua è rivolta verso sud e il mare accarezza la chiglia con un leggero sciabordio che incanta i passeggeri, che, cullati da quella dolce musica, sognano una serata senza pensieri. Ma Matteo e Franco invece i pensieri li hanno, non certo per pilotare la motonave; il mare è calmo e c’è assenza di vento. “E’ che ultimamente siamo rimasti solo noi a fare questo tipo di attività -dice Matteo – Solo pochi anni fa ci si doveva destreggiare per attraccare al porto; c’erano 12/13 motonavi con questo tipo di servizio. Ora siamo rimasti solo noi e il Lady Cristina; una dopo l’altra le barche sono state vendute ed i proprietari hanno ceduto l’attività…”

Ma queste mini-crociere erano una delle immagini portanti della Rimini vacanziera, molti turisti facevano una romantica crociera nell’Adriatico!

“Si, la motonave partiva sempre a pieno carico, lasciando nell’aria una scia di musica, c’era buonumore e spensieratezza, le persone a bordo guardavano la costa rimpicciolirsi fra tante luci colorate, ma da qualche anno non è più così, la crisi ha raggiunto in pieno anche le nostre attività e dall’anno scorso abbiamo messo in vendita l’altra motonave, il Delfino Verde; purtroppo ancora nessuno l’ha acquistata”

Quante persone lavorano con voi?– “Oltre a me, c’è mio fratello Mirco e mio padre Franco, i Cevoli sono una s.n.c., poi c’è un marinaio e una ragazza che, durante l’ estate, fa promozione e biglietteria”.

Quando avete iniziato questa attività?-“Fu mio nonno Amedeo che, nel dopoguerra, per arrotondare, proponeva ai turisti, soprattutto tedeschi, molto innamorati del mare, di fare escursioni a largo, con piccole imbarcazioni.  A quei tempi non esistevano mezzi idonei, c’erano solo pescherecci o barche a vela di 5/6 metri. Il nostro lavoro ebbe iniziò così, ma il nonno non ne fece una professione come lo è per noi adesso. Col tempo le cose migliorarono, il turismo prese piede e anche questa attività ebbe un notevole incremento. Arrivarono dei soci e acquistammo barche più grandi; una motonave come questa, oggi costa un milione di euro, 15/20 anni fa costava circa 1 miliardo, era un grosso investimento anche a quei tempi”

Ma adesso quale tipo di turista viene a fare la crociera sulla costa romagnola?

“Negli ultimi anni, causa la crisi, il turismo è calato ed è cambiato anche il soggetto turistico. Negli anni ’70 i villeggianti in vacanza a Rimini erano stranieri e spendevano volentieri per soggiornare e divertirsi in tutte le varie attrattive. Adesso gli stranieri sono di provenienza russa, ma la maggioranza dei nostri passeggeri sono italiani over 60, qualche coppia con bambini, pochi giovani ma sono soprattutto pensionati. Vengono in vacanza coi soldi contati, se prendono il gelato, alla sera non si possono permettere di fare anche la crociera. Questo è il nostro turismo, a noi sono rimaste le briciole…”

Ma quanto costa una mini crociera e dove ci portanola MotonaveBellaRimini e Delfino Verde?

“Per una bella gita in alto mare, fino alla Piattaforma Metanifera dell’Agip, a20 km. dalla costa, il costo è 10€; c’è una crociera a Portoverde con sosta per un’escursione a terra(10€), inoltre, 4 volte la settimana, è prevista una crociera panoramica a Cattolica/Gabicce e, a giorni alterni, si attracca anche a Riccione per proseguire fino alla Baia degli Angeli. Qui si può ammirare lo splendido promontorio di Gabicce e tutta la costa Romagnola (14/15€) e al ritorno di ogni gita è previsto uno spuntino a base di pesce azzurro, con pane e vino, il tutto allietato da musica e animazione. Abbiamo anche una piccola tratta che con 18€ sosta al Delfinario e comprende il biglietto d’ingresso”.

-Certo, una famiglia di quattro persone forse non si può permettere di spendere 50/60€ solo per la crociera…-

“Tutto dipende dal tipo di turista che abbiamo noi oggi; al Sud la stessa tratta per le Tremiti costa 25€, a Gallipoli costa 40€, ma là c’è un mare d’incanto, pulitissimo e super frequentato da stranieri! Per poter ammortizzare i grossi costi di gestione e remunerarci adeguatamente i biglietti dovrebbero costare 18/20€. Abbiamo un fatturato di circa 250.000€, il 66% se lo portano via le tasse, sono molte le spese e tre famiglie devono campare con questo lavoro. Tutti gli anni, solo per sollevare la motonave e farle manutenzione, spendiamo 4000€+ altri 4000 per rimetterla in acqua, per revisione a eliche e motori il meccanico specializzato costa 45€ all’ora, c’è l’assicurazione, la strumentazione di bordo che va revisionata, tutti gli anni riverniciamo, poi c’è il personale, la pubblicità costa 4000€ all’anno. Pochi anni fa abbiamo sostituito i pontili d’attracco e, credete, portare a spasso i turisti, farli divertire e rilassare, per noi è diventato un vero stress!”

M/N BELLA RIMINI & DELFINO VERDE LEADER DELLA PESCA SPORTIVA. MA I PESCI ABBOCCHERANNO?

La vacanza, da sempre tempo di relax, riposo e divertimenti, di mete lontane da casa, ormai non esiste più, ma quando si parla di vacanzieri itineranti, di mordi e fuggi o “last minute” ecco che le cose cambiano. Anche la nostra costa offre, per gli amanti della pesca, servizi di prim’ordine; nel periodo autunnale vi sono a disposizione Charter attrezzatissimi per praticare la pesca sportiva più amata e soddisfacente del territorio: quella allo sgombro. Andiamo al Porto Canale, dove stazionano le Motonavi Delfino Verde e Bella Rimini, leader nella pesca sportiva riminese e poniamo qualche domanda ad uno dei proprietari, Sebastiano Cevoli (detto Franco).

 

Qual è la durata di una battuta di pesca sportiva?

“Si parte verso le 14 e si va a circa 12/13 migliadalla costa (1 miglionautico sono 1852 nm) – dice Franco – poi, arrivati a largo, guardiamo con l’ecoscandaglio per verificare la presenza di branchi di sgombri. Gettiamo un po’ di pastura in acqua (sardine essiccate) attivando così un forte richiamo per il pesce. I pescatori, che durante il percorso in mare hanno preparato le esche, sono già pronti per lanciare l’amo”

Quindi la pesca sportiva viene praticata con canna, lenza, esche ed amo?

“Certamente. I veri pescatori hanno un’attrezzatura fenomenale, un armamentario incredibile. Tutte le volte che si imbarcano hanno sempre qualcosa in più, sono organizzatissimi. Poi la pesca ha inizio. Fioccano i lanci e i pescatori provetti si misurano in abilità, in lunghezza di lancio, in astuzia. Nascono le sfide, si raccontano storie, imprese fenomenali e vittorie impossibili…”

Di quanti pescatori dovete disporre per poter partire?  “Almeno 20 per poter coprire le spese vive di carburante ed equipaggio. Per fortuna tutti in famiglia possiamo condurre la motonave, siamo tutti e tre comandanti”.

Quanto costa una giornata in mare, con la pesca allo sgombro?– “50€ a testa, ma si divertono dalle 14 alle 23 circa; verso sera, quando si fa strada un certo languorino, prepariamo un primo di maccheroncini al pesce, un secondo, acqua, vino, caffè, e c’è sempre durante la giornata il nostro supporto”.

I pescatori sono sempre soddisfatti del loro bottino?

“Qualche volta no, perché capita che il pesce sia da un’altra parte; di solito si prende buon pesce. 15/20 anni fa si pescavano anche 7-8 Kg. di sgombri e sugali (spighette), oggi, se va bene, anche3 Kg. Una volta c’erano anche i palamiti, una sorta di piccoli tonni, ma sono completamente spariti, non li peschiamo da anni”

Quindi impiegate le due motonavi sia per la pesca sportiva che le crociere?

“Si, entrambe sono atte anche alla pesca sportiva; noi pratichiamo anche quest’attività per allungare un po’ la stagione, alle volte a settembre il tempo è brutto e tutti scappano dalla spiaggia, così proponiamo altre opportunità per vivere il mare, a volte arriviamo fino a Novembre, ma tutto dipende dal tempo”.

Il cliente tipo, quanti anni ha? “E’ di mezza età, abbiamo alcuni giovani, e anche donne”.

In autunno, quante volte alla settimana praticate pesca sportiva?

“Due, tre volte, ma è tutta una questione di meteo, al mattino scrutiamo il cielo, ci basta una nuvola ed ecco che per noi la giornata comincia male…”.

 

 

Forum chiuso.