"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Dipendenti pubblici: troppi al centro, pochi in periferia

Fare un confronto dell’occupazione pubblica tra paesi non è cosa facile, perché gli Stati hanno articolazioni diverse ed anche i servizi che forniscono possono differire molto (per esempio: la Germania occupa nei servizi per l’impiego molte più persone dell’Italia).

Al netto di queste considerazioni qualche confronto però si riesce a fare. A cominciare dalla spesa della pubblica amministrazione, di cui gli “statali” sono una voce importante: l’Italia, nel 2012, ha speso 13 mila euro per abitante (il dato si riferisce […]

Spesa pubblica e debiti in Riviera

di Mauro Bianchi

Innanzitutto una notazione in margine al presente articolo. I bilanci pubblici dovrebbero essere facilmente reperibili e visualizzabili dal comune cittadino, ma in realtà la loro acquisizione non è così semplice. Solo il Comune di Rimini pubblica sul sito gli ultimi 4 bilanci, gli altri comuni solo il bilancio più recente, e occorre districarsi con notevole difficoltà all’interno dei siti internet istituzionali.

La spesa pro-capite più bassa è affrontata dai cittadini di Cattolica con 1.729 euro e da […]

Debiti e investimenti pubblici in Emilia Romagna

di Mauro Bianchi

L’Emilia Romagna, rispetto alle altre regioni italiane, può essere considerata nel complesso virtuosa per quanto riguarda il debito pubblico. Alla fine del 2009 in Emilia-Romagna il debito delle Amministrazioni locali ammontava a 5.989 milioni di euro, pari al 4,4 per cento del Pil regionale, ed era costituito per il 68,8 per cento da prestiti erogati dalle istituzioni finanziarie residenti e dalla Cassa depositi e prestiti.

L’Emilia-Romagna presenta un’incidenza sul Pil del debito pubblico locale decisamente inferiore […]

Comuni contro la crisi

di Cinzia Sartini

Dalla Valmarecchia alla Valconca passando per i principali Comuni. Ognuno ha attuato la sua formula per uscire dalla crisi. Fondi bloccati per i Comuni dell’Alta Valmarecchia, si aspetta il disbrigo delle pratiche burocratiche e le agevolazioni arriveranno fra maggio e giugno. Attivo però nel Comune di Novafeltria, il bando per la concessione di contributi per investimenti nelle aziende apistiche di smielatura di tutti i comuni della Valmarecchia, che potranno già presentare domanda alla Provincia di Rimini.

DA […]

GLI IMMIGRATI ? UNA RISORSA PER IL FISCO

L’informazione si occupa degli immigrati per tante questioni, raramente però si da spazio al loro contributo all’economia dei territori e alle relative entrate fiscali. Un recente rapporto dell’Osservatorio regionale sul fenomeno migratorio ci aiuta a far luce su questo importante aspetto, smentendo tanti luoghi comuni che vorrebbero la loro presenza costituire solo un peso per i nostri servizi/conti pubblici (sociali, sanitari, ecc.).

Nel gennaio 2009 gli immigrati regolarmente residenti in provincia di Rimini sono poco più di 26 mila, […]

Si riduce la spesa per la cultura

di Mauro Bianchi

Alessandro Baricco in un suo recente intervento (“Basta soldi pubblici al teatro, meglio puntare su scuola e tv”, La Repubblica, 24/02/2009) ha suscitato infuocate polemiche nel mondo culturale italiano, con la tesi che i soldi pubblici destinati alla cultura hanno creato un “mercato stagnante”, e che si devono cercare altre vie, complice la crisi economica che spinge a spendere meno. Nella situazione attuale di scarse risorse economiche (ed è questa l’opinione che ha registrato le reazioni più […]

Scuola a tempo pieno cercasi

La presenza del “tempo pieno” nella scuola elementare (ora primaria) della regione continua ad essere elevata (attorno al 43,8% di allievi frequentanti e al 40,9% delle classi, con dati in incremento). Nell’ultimo anno, coperto dal Rapporto 2008 dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, è aumentato dello 0,9% il numero di allievi che frequentano classi a tempo pieno. Complessivamente la quota è nettamente superiore alla media nazionale. Si confermano pure le tradizionali “roccaforti” di Modena, Bologna, Ravenna, cui si aggiunge Piacenza.

[…]

Rimini: costi e ricavi di un Capodanno in tv

Il Capodanno televisivo, cioè la trasmissione dell’ultimo dell’anno da Piazzale Fellini a Rimini, costerà alla casse comunali 680 mila euro per 4,15 ore di spettacolo (540 mila per la realizzazione dell’evento, più 120 mila per la “campagna di comunicazione diretta a valorizzare le diverse attrattive del territorio riminese collocata all’interno dello spettacolo”). Cioè 160 mila euro l’ora.

La delibera di approvazione dell’evento (delibera della Giunta comunale n.368 del 3/11/2009),dopo aver descritto l’iniziativa, entrata, si dice, nella case di 5 milioni […]