"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Equità, crescita e recessione

Dall’ultimo bollettino di dicembre della Banca d’Italia apprendiamo che la ricchezza complessiva delle famiglie italiane è la più elevata tra i paesi sviluppati, ma contemporaneamente che il dieci per cento delle famiglie più ricche detiene poco meno della metà di questa ricchezza.

Nello stesso periodo l’Ocse (l’Organizzazione che riunisce i paesi più sviluppati) ci informa che nel 2008, quindi prima della crisi, il reddito medio del dieci per cento più ricco degli italiani ammontava a 49.300 euro, dieci volte […]

Italia: crescono le disuguaglianze

La disuguaglianza dei redditi tra le persone in età lavorativa è aumentata drasticamente nei primi anni Novanta e da allora è rimasta a un livello elevato, nonostante un leggero calo verso la fine del primo decennio degli anni duemila. La disuguaglianza dei redditi in Italia è superiore alla media dei Paesi OCSE, più elevata che in Spagna ma inferiore che in Portogallo e nel Regno Unito. Nel 2008, il reddito medio del 10% più ricco degli italiani era di 49.300 […]

Chi promuove il lavoro ?

Ci sono giovani preparati che sempre più numerosi abbandonano l’Italia (quattro-cinque mila l’anno), compreso l’Emilia Romagna. Dall’ultima crisi anche Rimini è entrata in questa spirale. Il motivo purtroppo è sempre lo stesso ed ha un nome solo: mancanza di opportunità per poter aspirare ad un buon lavoro, fare ricerca e volendo carriera, con i propri meriti e non per le raccomandazioni. Con una aggiunta però, almeno per quanto riguarda questo territorio: per un segmento del mondo del lavoro, in particolare […]

Italia paese di “zucconi”?

di Genny Bronzetti

Il rapporto OCSE-PISA boccia gli studenti italiani. Secondo l´ultima indagine PISA (Programme for international student assessment), infatti, gli alunni della scuola italiana sono lontani dagli obiettivi di Lisbona e sotto la media OCSE. I quindicenni posti sotto esame hanno portato a casa, sulla scala di competenza di lettura complessiva, un punteggio medio di 486 a fronte di una media Ocse di 493. E non brillano nemmeno in matematica, con un punteggio di 483 (496 la media Ocse), […]