"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Gruppo SCM: dalla crisi all’industria 4.0

Con Giovanni Negri, giovane direttore industriale del Gruppo SCM, chiamato alla fine del 2011 a gestire una fase di profondi cambiamenti, ci siamo incontrati alla festa della Acli in una conferenza dedicata al tema del lavoro e dell’innovazione. Gli avevo chiesto se potevo andarlo a trovare in azienda per approfondire proprio il tema dell’innovazione, ma soprattutto di cosa sarebbe stato il Gruppo SCM in versione 4.0, di cui tanto si parla. L’incontro, nella sede storica del Gruppo riminese, ha consentito […]

Il lavoro 4.0 nell’industria e nei servizi

Che cos’è industria 4.0

Premesso che il numero 4 sta per quarta rivoluzione industriale (dopo la prima del XVIII secolo che introdusse il telaio meccanico, la seconda d’inizio XIX secolo con l’avvento dell’elettricità e la produzione di massa, infine la terza, a metà XX secolo, collegata all’introduzione dell’informatica), per Industria 4.0 si intende l’applicazione di internet delle cose (IoT l’acronimo inglese) nella produzione industriale e nei servizi. Internet delle cose vuol dire far interagire tra loro, tramite sensori, parti […]

Romagna e industria 4.0

Emilia Romagna: una Regione “innovatrice moderata”

Stando al rapporto 2016 della Commissione Europea sull’innovazione nelle Regioni (Regional Innovation Scoreboard 2016) l’Emilia Romagna era e resta una “innovatrice moderata”, con un declino dell’indice negli ultimi due anni (in linea col resto d’Europa).

Per intenderci, nella graduatoria delle 214 Regioni d’Europa per capacità d’innovare, il gruppo degli innovatori moderati viene al terzo posto, dopo gli “innovatori leader” (tipo Stuttgart, Freiburg, Berlin e altri per la Germania) e gli “innovatori forti” (Hannover in […]

I nuovi lavori

Cosa succederà alla forza lavoro industriale, tra il 2015 e il 2025, con l’introduzione delle nuove tecnologie ? Dipende dal grado e dal ritmo di adozione delle novità. L’Italia non brilla per ricerca e innovazione, magari andrà più piano, ma il resto del mondo non starà a guardare.

In uno scenario che definiamo intermedio (cambiamenti non troppo veloci, ma nemmeno troppo lenti) l’industria 4.0 produrrà (i numeri sono riferiti alla Germania, ma sono replicabili in tutte le realtà più avanzate) […]