"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

agosto: 2019
L M M G V S D
« Giu    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Il vero e il falso sull’Unione Europea e dintorni

 

Falso o parzialmente vero Vero Siamo invasi dagli immigrati…. Al 2018 gli stranieri presenti in Italia sono il 10% della popolazione, (di cui solo il 6,1% di origine non comunitaria), contro il 16% della Svezia, il 15% della Germania, il 12% della Francia, il 13% della Spagna e solo il 5% dell’Ungheria. In valori assoluti sono 5 milioni in Italia, di cui 2,2 milioni versano contributi all’Inps (Fonte: Nazioni Unite e Istat).

In Provincia di Rimini gli stranieri residenti […]

Che colpa ne ha l’euro

Una moneta, di qualsiasi tipo, è un po’ come un metro, misura il valore di beni e servizi. Se le misure non tornano non è colpa del metro, ma forse di chi le ha prese o costruito. A sentire certa propaganda elettorale, abolendo l’euro e tornando alle vecchie monete nazionali, per l’Italia la lira, avremmo risolto molti dei nostri problemi e il sole dello sviluppo tornerebbe a brillare. Purtroppo le cose non stanno così e sono un po’ più complicate.

[…]

L’export riminese ha perso slancio

Dopo il tonfo del 2009, il 2010 e il 2011 sono stati anni d’oro per le esportazioni riminesi, con aumenti che hanno superato il 22 per cento annuo, al di sopra della media dell’Emilia Romagna.

Un risultato che ha compensato il calo della domanda nazionale, ma che purtroppo non si è ripetuto nel 2012, quando l’incremento è stato solo di uno zero virgola. In sostanza è rimasto lo stesso dell’anno precedente. Non è andata meglio alle altre province della Regione, […]

I benefici “sprecati” dell’euro

A cicli, come le stagioni, qualcuno, in particolare del centro destra, torna a rimettere in discussione l’introduzione dell’euro, che avviene nel 1999, additandolo come una delle cause dei problemi dell’Italia. Siccome tutte le opinioni sono legittime, ma per essere serie non possono prescindere dai fatti, è giusto ricordare che:

– nel pil mondiale, calcolato a parità di potere d’acquisto, l’Italia pesa il 2,3%, un pò di più la Germania che arriva al 3,9% (tutta l’Europa rappresenta il 7% della popolazione […]