"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Sorpresa: le moto vanno più delle auto

Nel 2011 i riminesi hanno goduto di un reddito medio di 19.740  euro, sotto la media regionale (21.393 euro)  anche se in crescita dell’1,9 per cento sull’anno precedente. Comunque meno dell’inflazione.

Infatti, trainati dai rincari dei prodotti energetici e dall’aumento di un punto percentuale (dal 20 al 21 per cento) dell’IVA, nel 2011 i prezzi sono aumentati più del 3 per cento. Un incremento così alto non accadeva dal 2008, quando cominciavano a manifestarsi i primi sintomi della crisi.

Ad aprile 2011 i prezzi, a Rimini, avevano già sforato il 2 per cento, per arrivare addirittura ad un più 4 per cento in ottobre, quasi un punto in più della media regionale.

Ma l’aumento medio è stato abbondantemente superato dall’incremento dei prezzi dell’abbigliamento e dalle calzature, delle bevande alcoliche, di acqua, luce e gas, e dei trasporti, che hanno superato tutti l’asticella del 6 per cento.   Solo le comunicazioni (telefono, cellulari, ecc.) e i servizi ricettivi e della ristorazione sono diminuiti, rispetto ad un anno prima. Ma per questi ultimi va precisato che, negli ultimi dieci anni, erano cresciuti 5 punti in più dell’indice generale.

Aumento dei prezzi che non ha fermato l’acquisto, come rilevato dall’Osservatorio Findomestic 2011, delle moto,  dove Rimini, con una spesa per famiglia di 131 euro contro i 76 euro della media regionale, figura al primo posto. Per contro è stata bassa la spesa per le auto, mentre è sostanzialmente in linea col resto della Regione quella per elettrodomestici, mobili e informatica.

Rispetto alla nostra indagine mensile bisogno subito dire che la situazione dei prezzi appare stazionaria, con pochi o nessun aumento. E questo, se vogliamo, è una buona notizia.

Prezzi di gennaio

Forum chiuso.