"Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada"
ERACLITO (535-470 a.C)

luglio: 2011
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Rimini: il reddito e la spesa

In Italia, alcuni comuni con una capacità fiscale nettamente inferiore alla media del Paese presentano una spesa procapite molto superiore. Questi comuni cicala, perché spendono troppo senza averne le possibilità, sono localizzati soprattutto in Sardegna, Sicilia e Molise. I comuni formica, invece, si trovano in Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto. Questo è quanto emerge dal confronto tra la capacità fiscale (imponibile Irpef procapite) e la dimensione della spesa corrente dei comuni italiani realizzata dal Centro Studi Sintesi.

[…]

Valpharma rilancia…in Alta Valmarecchia

La Valpharma nasce, come Euderma, a Cerasolo di Coriano nel 1977. Un decennio dopo si trasferisce a Serravalle, nella Repubblica di San Marino, e nel 2002 inaugura un nuovo stabilimento a Ponte Messa di Pennabilli, prima in provincia di Pesaro, poi migrato in quella di Rimini. Insomma, da Cerasolo a Pennabilli, una specie di ritorno a casa.

Valpharma produce, per conto delle maggiori case farmaceutiche nazionali e mondiali, farmaci (medicine), sotto forma di capsule, compresse e granuli, a […]

La CIG che ritarda i pagamenti

di Gabriele Rodriguez

Ad inizio anno la Corte dei Conti ha di nuovo denunciato gravi livelli di corruzione nella gestione della cosa pubblica, una malattia storica ma ancora attuale nel Paese che ha vissuto tangentopoli – dove non basta vietare, bisogna vietare “severamente”. Perciò le imprese che hanno rapporti con la pubblica amministrazione non hanno vita facile: per garantire regolarità, trasparenza e libera concorrenza nelle commesse pubbliche, il legislatore ha imposto una serie di regole complesse e non […]

LA SPESA SANITARIA IN ITALIA E IN EUROPA

Forse non tutti hanno compreso bene: ma l’introduzione, nella manovra economica del Ministro Tremonti, del ticket di 10 euro sulle ricette per le prestazioni di specialistica ambulatoriale, non sostituisce ma si aggiunge a quello, sempre da pagare, per la prestazione medesima.

In pratica, in molte Regioni (quelle che hanno deciso di applicarlo subito), d’ora in poi ci sono due biglietti da pagare: uno di accesso al Servizio sanitario nazionale, ed un secondo di utilizzo della prestazione specialistica. […]

L’ingegnere che fa quadrare i conti

di Marzia Caserio

Quando la lampadina si accende non c’è bisogno di andare all’estero. La storia di successo è quella di Lorenzo Lancerotto, 27 anni, riminese e laureato nel 2009 in Ingegneria gestionale. Un percorso senza sbavature, il suo, quando al termine della laurea s’inserisce subito in un progetto d’innovazione portato avanti dall’Università di Modena e Reggio Emilia tramite il DIEM di Bologna, in un’azienda forlivese per la riorganizzazione interna, con l’obiettivo di migliorare i flussi produttivi. “Il titolo del […]

Il design… sulla bilancia

di Stefano Rossini

Nemo profeta in patria. Giulio Mattiuzzo, milanese trapiantato a Rimini, racconta con entusiasmo e un pizzico di amarezza la sua esperienza professionale. L’entusiasmo nasce dall’orgoglio di aver dato vita ad una realtà professionale, Mechanema, che è unica sul territorio riminese e che ha clienti in tutta Italia, Europa e negli Stati Uniti. L’amarezza, invece, è dovuta al fatto che tra i tanti clienti uno solo è riminese.

“Mechanema – racconta Mattiuzzo – è un’azienda sui generis. In […]

Domanda non banale: ci saranno viaggiatori per il futuro Trasporto Alta Velocità (TAV) ?

“Nel 2003 transitavano su quella linea (Torino-Lione) 1,5 milioni di passeggeri e 9,7 milioni di tonnellate di merci; il progetto preliminare approvato nello stesso anno dal Cipe prevedeva la saturazione della linea storica nel 2020 con oltre 6 milioni di passeggeri e 22 milioni di tonnellate di merci. Nel 2010 i passeggeri sono stati 700 mila e le merci 2,4 milioni di tonnellate”*.

Siccome l’opera costerà 20 miliardi di euro e l’Unione Europea […]

Quando lo shopping è “iper”

di Laura Prelati

Sorgono dove non molto tempo fa la terra era arata e coltivata, nell’estrema periferia della città. Superfici in cemento di migliaia di metri quadri e investimenti calcolabili in decine di milioni di euro, una miriade di attività commerciali, di tutti i tipi e marchi, e bar ristoro, aperti dalle 9 alle 21, 7 giorni su 7. Ecco l’identikit dell’ipermercato. Lo shopping è solo una delle tante motivazioni che fanno muovere le persone verso queste “cittadelle del consumo”: […]

Commercio: orari più flessibili, la ricetta per la ripresa

di Stefano Rossini

Il rapporto tra gli ipermercati riminesi e la città, tra i commercianti del centro storico e quelli del centro commerciale, i problemi e le possibili soluzioni… Abbiamo chiesto il parere di Richard Di Angelo, presidente provinciale di Confcommercio

Di Angelo, di ipermercati, nel territorio riminese, continuano ad aprirne. L’ultimo quello di Riccione. Qual è la posizione di Confcommercio?

“Secondo noi, gli ipermercati del territorio hanno un problema prima di tutto: la collocazione. Solitamente questi centri vengono […]

“Qui ci vogliono regole certe”

di Domenico Chiericozzi

I tempi per una soluzione sono sempre più stretti e le novità introdotte dal “decreto legge sviluppo” recentemente varato dal Governo, nella parte a loro dedicata, non convince bagnini, titolari di bar e ristoranti che insistono sui terreni del demanio. Il 2015 è dietro l’angolo e tutte le concessioni scadranno. Nonostante il “diritto di superficie” per venti anni già accordato da Palazzo Chigi, il rischio per le concessioni di andare all’asta rimane. Inoltre nei dodici articoli […]

Tremonti: una manovra senza crescita

“Dall’avvio della ripresa, nell’estate di due anni fa, l’economia italiana ha recuperato soltanto 2 dei 7 punti percentuali di prodotto persi nella crisi. …Nel corso dei passati dieci anni il prodotto interno lordo è aumentato in Italia meno del 3 per cento; del 12 per cento in Francia, paese europeo a noi simile per popolazione. Il divario riflette integralmente quello della produttività oraria: ferma da noi, salita del 9 per cento in Francia. Il deludente risultato italiano è uniforme […]